Lingue di gatto decorate con mandorle, buonissime con il gelato

News e curiosità

Lingue di gatto decorate con mandorle, buonissime con il gelato

Lingue di gatto decorate con mandorle, buonissime con il gelato

Ecco la ricetta di Simona da sposare ad un ottimo Gelato alla Nocciola meglio se IGP!

Le lingue di gatto se si voglion chiamare alla francese langue de chat, sono dei croccanti e raffinati biscottini, ideali da servire per il thè del pomeriggio oppure con un buon gelato.

Di origine francese, ma ormai divenute un classico della pasticceria italiana e internazionale, le lingue di gatto sono citate anche nel libro dell’Artusi, con tanto di ricetta :

“Sono pastine pel the tolte da una ricetta venuta da Parigi”

La ricetta mi è stata gentilmente donata da un pasticcere marchigiano, all’epoca della mia esperienza lavorativa in un laboratorio di pasticceria.

Io oggi le ho fatte con granella di pistacchi, mandorle a lamelle, se volete provate anche con i corn flakes, una variante per la quale i bambini ne andranno matti!

Gustatele con un gelato alla nocciola IGP che trovate nelle tantissime gelaterie segnalate sulla mappa di AppGelato, l'accostamento è perfetto.

 

INGREDIENTI PER CIRCA 40 LINGUE DI GATTO:

55 gr di zucchero  a velo

70 gr di burro a pomata

70 gr di farina70 gr di albume

un pizzico di sale

semi di vaniglia

lamelle di mandorle q.b.

granella di pistacchio q.b.

 

ESECUZIONE:

1) Per prima cosa ricordiamoci di tirare fuori dal frigo il burro e le uova, separare gli albumi dai tuorli e lasciarli a temperatura ambiente.

2) Lavorare ora in una terrina o nella planetaria il burro, che deve essere come si suol dire “a pomata”, cioè morbido come una crema, aggiungere poi lo zucchero a velo, la vaniglia (i semini o l’essenza pura) e continuare a lavorare, o montare con le fruste in planetaria (questo conviene se si fa dose doppia per me).

3) Adesso si aggiunge la farina e si rimesta bene.

4) Montare a questo punto gli albumi, quando sono pronti, ovvero montati a neve ferma se ne aggiunge una piccola quantità al composto di burro e farina, si mescola con un “leccapentole”, in modo da rendere più morbido la crema e si unisce il resto un po’ per volta, senza smontare il tutto.

5) Adesso si mette il composto in una sacca da pasticcere con un beccuccio di circa 1 cm (anche 0,8 cm va bene) e dopo aver messo della carta forno sulla leccarda creare dei bastoncini lunghi circa 6 cm, senza allargarsi e distanziandoli tra di loro perchè le lingue di gatto in cottura si allargheranno molto.

6) Cospargere di lamelle di mandorle e granella di pistacchio ed infornare a 180° per circa 12 minuti.

 

Segui tutte le ricette di SIMONA CIAMPI sul suo blog LA PASTICCERA MATTA

http://blog.giallozafferano.it/lapasticceramatta/
News pubblicata il 12/01/2017
Handmade with love
Cosmobile.net Sviluppo e gestione dati Iprov.com Grafica, design e comunicazione