Gelatosità porta un po' di Sicilia al Gelato Festival di Napoli

Scopri la storia di chi il Gelato lo fa con le sue mani

Gelatosità porta un po' di Sicilia al Gelato Festival di Napoli

Gelatosità porta un po' di Sicilia al Gelato Festival di Napoli

In attesa della Terza Tappa del Gelato Festival a Napoli vi raccontiamo il gusto che presenterà la Gelateria Gelatosità e alcune curiosità per apprezzare ancora di più il loro gelato artigianale.
Vi aspetta a Napoli al Vomero – Parco Mascagna dal 14 al 17 maggio.

 

Quale sarà il gusto che presenterete al Gelato Festival 2015?
Gusto "Regno delle due Sicilie": gelato realizzato con latte intero fresco e solo panna animale al Pistacchio di Bronte con profumo di Arance di Pagani, variegato con Cioccolato di Modica fuso, pezzi di Nocciole tonde di Giffoni, Pistacchi e biscotti artigianali alla nocciola. Si parte dalla Sicilia per arrivare in Campania. Un viaggio plurisensoriale nelle terre del grande Sud, una selezione minuziosa di materie prime di pregio, presidi slow food che tutelano il diritto di tutti al cibo sano e giusto a Km 0. Gelatosità ha voluto e creato il gusto dell’estate, nell'anno dell'EXPO di Milano, lanciare il suo messaggio con una creazione originale pensata per quest'occasione realizzando un gelato che da solo riuscisse a parlare alla gente delle eccellenze della nostra terra e dell'amore con cui esse vengono prodotte, patrimonio di tutti.



Sarete presenti anche nell'Area Didattica con diversi appuntamenti
Nell’area didattica Gelatosità interverrà nei seguenti giorni e sui seguenti argomenti:
14 maggio alle ore 18 – gelato per intolleranze (senza latte, senza zucchero, senza glutine) approfondimenti sul gelato per celiaci
15 maggio alle ore 15 – come riconoscere un buon gelato artigianale, piccoli accorgimenti per valutarne la qualità
16 maggio alle ore 16 – presentazione gusto gelato in gara “Regno delle due Sicilie”, viaggio sensoriale fra diversi gusti
17 maggio alle ore 17 – gelato per vegani, non un gelato di nicchia, ma una scelta sempre più consapevole in linea anche con i vegetariani.

 

La storia dei Gelatieri
I fratelli Oreste e Marcella Mantovani diventano gelatieri con il corso presso la Carpigiani University nel 2005. Dopo la carriera universitaria Marcella ha lavorato per un’azienda di rilevanza nazionale, Oreste per una delle più grandi multinazionali fondata in America. Le esperienze formative e di lavoro hanno contribuito a trasformare la passione per il gelato in un “arte-mestiere” e successivamente in un’azienda in crescita in Italia e all’estero. Più che passione sono le sfide quotidiane. Ogni giorno l’obiettivo è fare un gelato artigianale senza usare scorciatoie, sempre migliore. Per Gelatosità la qualità del gelato è la priorità numero uno, a ciò si aggiunge la creatività di tutti i prodotti di pasticceria del gelato che rendono oggi il brand in grado di dettare le tendenze nel mercato di appartenenza.

 

La storia della Gelateria Gelatosità
Gelatosità nasce nel 2005 nel quartiere Vomero di Napoli. La storia è molto semplice, alle spalle nessun maestro gelatiere parente o amico di cui “sfruttare” il nome e il percorso già avviato. O magari la presenza decennale in altro settore come la pasticceria a cui poi aggiungere la gelateria e come per magia far diventare anch’essa altrettanto decennale. Al contrario, da reali imprenditori che osano e rischiano senza paracadute, la caparbietà e la sfida in un settore artigianale che nel 2005 nel capoluogo partenopeo vedeva solo pochissime gelaterie. Il brevetto Gelamix (piastra refrigerata su cui mixare il gelato real time con farciture mantenendo la catena del freddo ne è un esempio). Questa è quindi la prima generazione. Anche grazie al successo di Gelatosità molti altri sono poi entrati nel settore. Tale boom di competitors ha reso un vantaggio al percorso di crescita: la nascita delle forniture canale Ho.re.ca. Nel 2012 è nato il franchising. Un progetto unico rispetto a altri franchising perché il laboratorio dell’affiliato è composto dal mantecatore e dal pastorizzatore, quindi a differenza degli altri franchising di gelaterie ogni affiliato ha il laboratorio con il ciclo completo di produzione che da in una serie innumerevoli di vantaggi. La vision è creare artigiani. L’affiliato non è un rivenditore di gelati già fatti (pronti per l’uso) ma li crea come li crea Gelatosità (casa madre) seguendo le tendenze del luogo e lavorando in piena autonomia. Il canale Ho.re.ca. quindi è un’opportunità di business anche per l’affiliato.. La gelateria non è più quella di una volta oggi sono necessarie funzioni aziendali tipiche di un’azienda strutturata. Marcella segue gli affari legali, relazioni internazionali, amministrazione e dipendenti e abbandona mai la produzione. Oreste segue degli acquisiti, produzione insieme ad altri due gelatieri Gelatosità, forniture e logistica. M. Palmieri segue lo sviluppo franchising e marketing. Il rapporto con il territorio è sempre in crescita lo dimostrano anche le migliaia di interazioni e engagement sulle notissime piattaforme social, oltre alle innumerevoli iniziative in store. Le aspettative del cliente sono sempre alte e il mercato conferma che Gelatosità offre prodotti senza scorciatoie, di eccellenza.

 

Raccontaci del vostro progetto Gelatosità Academy

Con Gelatosità Academy, Oreste e Marcella Mantovani hanno voluto fortemente creare un modo nuovo e diverso di contribuire sul tessuto di appartenenza. L’Academy si occupa di tutti quei progetti aventi come obiettivo finalità sociali e divulgative. 
Gelatosità nel 2012 è stata scelta dall’Università Federico II di Napoli, Facoltà di Economia, Cattedra di economia e gestione delle imprese Prof. Paolo Stampacchia e Prf.ssa Cristina Mele, per tenere seminari agli studenti durante il loro percorso formativo illustrando il case history Gelatosità e le applicazioni delle discipline aziendali all’interno dei loro percorsi in un quadro di aziende artigianali di successo. La collaborazione ancora attiva ha permesso al dr. Claudio Merlino di svolgere la tesi di laurea nel 2013 in gestione dei sistemi per la qualità con il seguente argomento: "strategie di brand e gestione della qualità. Il caso Gelatosità". Voto 110 e lode! Oggi il Dr. Merlino lavora per una notissima multinazionale.
Nel 2013 Gelatosità ha istituito nel proprio laboratorio (sempre nel quartiere Vomero di Napoli) il primo corso “come riconoscere il gelato artigianale di qualità”. Iscrizioni e partecipazioni gratuite. Con l’obiettivo di divulgare al consumatore quali sono gli aspetti basilari per comprendere quando ci si trova di fronte ad una gelaterie che fa un buon gelato. I corsi sono tutt’ora in funzione è i partecipanti sono molti.
Gelatosità nasce in 50 mq con all’interno 15 mq di laboratorio. Nel 2010 il laboratorio è diventato di più di 100mq a circa 300 metri dal punto vendita per poter migliorare la produzione e gestione.
Gelatosità ha partecipato alle due edizioni di Gelogustando a Napoli (via Caracciolo – Lungomare)
Promotore presso la Regione Campania nell’On. Fulvio Martusciello del contratto di rete di settore
È Sponsor di una squadra di calcio universitaria nel campionato Nazionale
È partner di IGS srl (Impresa Sociale)  sull’intero territorio nazionale per diffondere la cultura d'impresa nelle scuole. In ambito Partenopeo il percorso si è avuto con gli alunni della 5^ dell’Istituto Giustino Fortunato.
Diverse pubblicazioni e recensioni su stampa sono all’attivo sul brand
Presenza in co-partnership alla fiera di Host di Milano 2013 e alla fiera FHC si Shanghai 2013
Gelatosità è socio AssoFranchising
Finalista nella sezione formazione nel 2014 al premio organizzato da AZ Franchising che dal 2001 viene attribuito alle aziende in franchising che si sono distinte durante l’anno.



Quali sono i vostri gusti di battaglia? Gli imperdibili?
I gelati alle creme di Gelatosità sono preparati con latte intero, panna animale al 35% di grassi, zucchero e destrosio. Questa composizione, perfezionata negli anni dai Maestri gelatiera di Gelatosità, abbassa al minimo la presenza di grassi (in assenza di quelli vegetali e di quelli idrogenati), e ha il grande pregio di esaltare al massimo i singoli e diversi gusti dei gelati. Quindi l'eccellenza delle materie prime usate, dal pistacchio di Bronte all'arabica colombiana, dalla mandorla d'Avola alla nocciola IGP, sono tutte riconoscibili al primo assaggio ed esaltate da un gelato non solo buonissimo ma innanzitutto sano e genuino. 
La frutta è rispettata e trattata affinché tutto il sapore della frutta fresca non si perda ma anzi resti fresco e piacevole al palato.  I gelatieri di Gelatosità infatti aggiungono solo acqua e zucchero per ottenere i nostri famosi sorbetti. 
Tutti gli ingredienti scelti sono rigorosamente privi di glutine. 
È stata inoltre introdotta una nuova linea produttiva con circa 10 nuovi gusti studiati per il mondo vegetariano, vegano e lactose free. 

http://www.gelatofestival.it/app-gelato
News pubblicata il 12/05/2015
Handmade with love
Cosmobile.net Sviluppo e gestione dati Iprov.com Grafica, design e comunicazione