Gelateria della Passera di Firenze: un angolo di genuino piacere

Scopri la storia di chi il Gelato lo fa con le sue mani

Gelateria della Passera di Firenze: un angolo di genuino piacere

Gelateria della Passera di Firenze: un angolo di genuino piacere

Per la nostra rubrica Gelatieri Gold dedicata da oggi anche agli ospiti del Gelato Festival 2015, ospitiamo oggi Cinzia Otri della Gelateria La passera di Firenze che sarà fra le gelaterie partecipanti alla tappa di Firenze dal 30 aprile al 3 maggio 2015.

 

Raccontaci la storia e il nome della Gelateria
Il Nome? La Gelateria si trova a Firenze in Piazza della Passera…GELATERIA DELLA PASSERA.
Si tratta di una delle Piazze più caratteristiche di Firenze, un angolo di città dove è ancora possibile respirare l’autentica realtà di quell’artigianato che ha reso grande la nostra città, dove l’impegno di pochi, riesce a dar vita ad eventi culturali e musicali. Mi ritengo fortunata a far parte di questa piccola ma intensa realtà fiorentina.

 

Quale sarà il gusto che presenterete al Gelato Festival 2015
Monnalisa, una crema pasticcera, profumata di acqua di fiori d’arancio, con purea di mele cotte ed intromissione in esterna di noci ed uvetta reidratata con Vin Santo. Il Gusto è nato in occasione del Monnalisa Day di Firenze.

 

Raccontaci la tua storia come Gelatiere da dove nasce
Mi chiamo Cinzia Otri dal 2003, insieme al mio compagno, gestiamo il Caffè degli Artigiani in Piazza della Passera, ho una grande passione per l’arte culinaria. Volevo realizzare un piccolo laboratorio di cucina per il Caffè. L’occasione che si presentò non potevamo lasciarla andare: a fianco al Caffè Degli Artigiani, un piccolo fondo con canna fumaria, un negozio di alimentari che “viveva” in Piazza della Passera da 60 anni, chiudeva.
Decidemmo allora di prenderlo subito in affitto, di sistemarlo e di aprire il laboratorio, ma sul più bello, ci accorgemmo che a causa di vecchi lavori di muratura la CANNA FUMARIA era totalmente fuori uso e ormai non più recuperabile.
Un imprevisto non da poco! Pensai subito a cosa fare, quale soluzione poteva esserci….così Marco essendo un grande estimatore del gelato, mi propose di aprire una gelateria. Inizialmente avevamo pensato ad una gelateria in franchising, ma valutando l’eventuale investimento e le varie imposizioni del Comune di Firenze decidemmo subito di investire in un vero e proprio laboratorio artigianale, chiaramente l’investimento era molto più alto rispetto ad un qualsiasi franchising.

 

Che tipo di formazione hai alle spalle?
Non avevo le capacità tecniche basilari per fare un buon gelato, per cui decisi subito di iscrivermi ai corsi della Gelato University di Bologna per imparare l’arte del gelato. Grazie ai preziosissimi insegnamenti del Professor Gianpaolo Valli, mio mentore, fin dal primo giorno si scatenò in me una vera e propria passione.
Ricordo il primo giorno in aula, la prima lezione con il Professor Valli, mi innamorai subito di un mondo a me sconosciuto, un mondo dove il mio cervello e la mia pancia parevano impazziti dalla gioia di apprendere e dalla voglia di sperimentare. I corsi si svolgevano in due tempi, la mattina la parte teorica in cui insegnavano la chimica e la fisica necessarie per fare il gelato, nel pomeriggio, la pratica, dove riuscivi a capire con l’evoluzione dell’insegnamento cosa succedeva…
Le basi tecniche sono fondamentali per i bilanciamenti, una volta appreso ciò mi sentii in grado di poter CREARE gusti a mio piacimento, sperimentando ingredienti e ottenendo gusti diversi da quelli più conosciuti. Mentre frequentavo i corsi, la gelateria stava nascendo e il 13 Luglio del 2010 aprimmo le porte…
Da marzo di quest’anno inoltre faccio parte come docente della Accademia Ifi di Pesaro, dove insegno scienza della giusta comunicazione e del buon servizio.

 


Quali sono i vostri Gusti cavallo di battaglia e gli ingredienti che usate
Il mio gelato è integralmente creato con ingredienti freschi, reali e di stagione. La scelta di ogni singolo ingrediente è basata sull’assoluta qualità.
Amo usare prodotti a Km Zero, come il Latte Toscano, I Pinoli, le Noci, le Uova, il Miele e la Frutta di stagione. Nel rispetto degli ingredienti e delle loro proprietà naturali NON uso semilavorati, stabilizzanti. Il mio gelato non avendo stabilizzanti, ha una durata limitata di 3 giorni massimo. La scelta della vetrina con carapine, non è a caso, le carapine garantiscono la conservazione ottimale del prodotto, poiché come sappiamo tutti, il gelato è sensibile alle temperature ed è fotosensibile.

 

http://www.appgelato.it/news/appgelato_e_lapp_ufficiale_delledizione_2015_di_gelato_festival_835
News pubblicata il 08/04/2015
Handmade with love
Cosmobile.net Sviluppo e gestione dati Iprov.com Grafica, design e comunicazione