Gelateria Ciacci Torino: passione per il gusto al Gelato Festival

Scopri la storia di chi il Gelato lo fa con le sue mani

Gelateria Ciacci Torino: passione per il gusto al Gelato Festival

Gelateria Ciacci Torino: passione per il gusto al Gelato Festival

Gelato Festival è a Torino dall'11 al 14 giugno con i migliori Maestri Gelatieri e il Miglior Gelato artigianale. Oggi abbiamo come ospite il Maestro Cristian Ciacci della Gelateria Ciacci di Torino.

 

QUALE GUSTO FARETE ASSAGGIARE AI GOLOSI DEL GELATO FESTIVAL?
Il gusto che presenteremo sarà il Manduco ovvero un gelato variegato che unisce mandorle siciliane ad una confettura di sambuco e durante il workshow di presentazione di sabato del gusto saremo supportati dalla traduzione in real time in lingua dei segni per non udenti a cura della Dottoressa Anna Di Domizio, responsabile dell’Associazione nazionale traduttori in L.I.S.
Inoltre, domenica 14 Cristian condurrà due workshow dove preparerà i Tortelli in sfoglia di cioccolato (preparati da Cooking Gastronomia di Luca Mussino) su un letto di gelato yogurt stracciato al cioccolato della Piazza dei Mestieri sempre supportato dalla traduzione in lingua dei segni per non udenti.

 

QUAL E´LA STORIA DEL GELATIERE?
Ciacci è un nome importante per la ristorazione di Torino e lo sanno bene i clienti storici del celebre ristorante dove Cristian è cresciuto respirando la passione per il gusto che da sempre ha contraddistinto l’arte culinaria di famiglia. All’età di 10 anni, dopo aver vinto alla lotteria della scuola una macchina per il gelato, creò il suo primo sorbetto al limone che per anni è stato servito a fine pasto nel ristorante dei suoi genitori. Era già chiaro il suo spirito imprenditoriale e la strada che avrebbe intrapreso. Il fascino per come gli ingredienti si mescolano tra loro in modo armonioso, fu lo stimolo necessario per comprendere quale fosse il suo futuro.
La passione per il gusto spinge Cristian a cercare materie prime sempre più nobili e questo permette di stupire ogni giorno clienti. Ed è stata proprio la continua ricerca che ha portato Cristian Ciacci a trovare in alcuni ingredienti naturali il “segreto” che dona corpo e morbidezza al suo gelato.

 

COME NASCE LA GELATERIA CIACCI?
Cristian nel 1998 aprì la prima gelateria in Corso Belgio 176 a due passi dal fiume Po e ai piedi di Superga, dove non si limitò a produrre gelato, ma iniziò a creare la propria “ricetta”, una base che, passando nel tempo attraverso evoluzioni e migliorie, è oggi forte segno distintivo della qualità del gelato Ciacci. Punto di forza e scelta imprescindibile è la ricerca degli ingredienti, che devono essere naturali, freschi e di altissima qualità.

 

AVETE RICEVUTO PREMI O RICONOSCIMENTI?
Come premi, nel 2014 la crema al sale in concorso al Gelato Festival di Torino vince il premio della giuria popolare. Nel 2006 Cristian sviluppa, in collaborazione con l’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, la prima ricetta per bambini allergici. Dopo un’accurata scelta di ingredienti naturali ha sviluppato una ricetta dedicata a tutti coloro che non possono gustarsi un buon gelato a causa di disturbi alimentari, intolleranza a latte o zucchero, glicemia da tenere sotto controllo o semplicemente perché attenti alla linea o amanti delle cose naturali e contrari all’utilizzo di materie prime derivate da animali. Contribuisce quindi alla nascita di Gelato Amico nel 2012.
Sempre nello stesso anno, apre il nuovo punto vendita in Via Oropa 52 a Torino, dove Giorgia Andolfo, moglie di Cristian, da libero sfogo e produce torte, dessert e delizie; un ottimo modo per completare l’offerta della gelateria. Da quest’anno inoltre, si è aggiunto un altro punto vendita in Strada San Mauro 70 a Torino.

 

QUALI SONO I VOSTRI GUSTI PRINCIPALI?
I gusti cavallo di battaglia sono:
CIACCISSIMO: nostro cavallo di battaglia dal 2000, è il più famoso variegato gianduia della città. Il Ciaccissimo non ha rivali, in questa ricetta è stato riversato tutto l'amore e la passione per ciò che è goloso e che risulta essere ad oggi una coccola per grandi e piccini. Gelato al plasmon, variegato con crema di gianduia e mandorle pralinate ricreano in bocca note di dolcezza in grado di farsi amare da subito.
CREMA AL SALE: Bizzarro! E' il primo pensiero che passa per la testa dei clienti prima di assaporarlo. La Crema di Sale accosta l'estrema dolcezza del gelato al biscotto di Meliga preparato con estrema attenzione a quella che è la ricetta originale, all'inaspettata nota salata del caramello al sale. Il caramello, preparato come la mou; latte condensato ed invece che lo zucchero viene aggiunto il fleur de sel grezzo prodotto nel nord della Francia.  Essendo un prodotto raffinato; al palato più attento rilascia la sorpresa dei pezzettini di sale sulla lingua.
CUBANA: La particolarità della cubana è data dall'abbinamento del gelato alla nocciola ed una variegatura di crema gianduja al caffè.  Un sapore intenso e deciso da gustare tutto l'anno! 
QUELLO: Quando minuscole scaglie di cocco vengono variegate insieme al cioccolato bianco, al Gianduja e pezzetti di biscotto cookies non si può far altro che indicarlo ed esclamare, Quello! 
SACHER: abbiamo messo a punto la giusta combinazione di due diversi cioccolati per ritrovare nel nostro "Gelato Sacher" il medesimo gusto della famosa torta austriaca.
PAZZO: Dolce come miele d'acacia, ma deciso come lo zenzero e cannella con decorazione di arachidi pralinate

http://www.gelatofestival.it/app-gelato
News pubblicata il 11/06/2015
Handmade with love
Cosmobile.net Sviluppo e gestione dati Iprov.com Grafica, design e comunicazione