Dal canto di un Geko nasce l'omonima gelateria

Scopri la storia di chi il Gelato lo fa con le sue mani

Dal canto di un Geko nasce l'omonima gelateria

Dal canto di un Geko nasce l'omonima gelateria

Si dice che il geko sia un animale portafortuna e che, se alla nascita di un bambino, si sente il suo verso, il piccolo sarà fortunato. Quando è nata la Gelateria Geko, Gilles Carbone ha sentito il verso di questo piccolo rettile, così ha battezzato “Geko”, il suo spazio a Milano, in piazza Morbegno 2. Vicino alle scuole e alle sue radici.

Il primo passo nel mondo dei gelati è stato fatto per semplice golosità che si è trasformata poi in passione, nella classica gavetta, nei numerosi corsi da gelatiere e negli incontri fortunati, come quello con il Maestro Angelo Grasso.
Quello che negli anni non è mai cambiato è l’obiettivo del gelatiere: produrre un gelato artigianale buono ma sano e naturale. Quando ha cominciato questo mestiere l’utilizzo di aromi, coloranti, paste frutta “era quasi legge”, Gilles si trovava a dover spiegare ai clienti perché il colore e il sapore dei suoi gusti, o dei suoi sorbetti, cambiasse di volta in volta così come la frutta fresca che usava. Colori e gusti omogenei semplicemente lasciavano il posto all’artigianalità e alla genuinità.

BANDITI GLI INGREDIENTI ARTIFICIALI 

Tutt’ora è così. Nei gelati, nei sorbetti e nei dolci di pasticceria di Geko, sono banditi ingredienti come grassi vegetali idrogenati, grassi vegetali raffinati, il famoso olio di palma, ingredienti chimici. Tutti elementi che di certo danno ottimi risultati, ma non dal punto di vista della salute. Quella che invece interessa a Gilles.

GELATO BUONO MA SANO. GUSTI NATURALI E VEGANI

“Il gelato dev’essere buono ma sano”, ribadisce Gilles come un mantra. Via libera quindi a materie prime naturali e di altissima qualità: pistacchio siciliano, nocciole trilobate del Piemonte, ricotta di pecora dalla Sicilia, cannella bio, zenzero bio, cacao olandese, frutta fresca, additivi naturali come la gomma di tara lecitina di girasole o la farina di semi di Guar.

Nel 2012 arrivano i primi gusti di gelato interamente Bio insieme ai gusti Vegani: animal friendly, più digeribili, senza uova o latticini. Ora la gelateria Geko sta sperimentando gelati senza saccarosio con zuccheri alternativi come il malto di riso, il tralosio, lo zucchero di cocco (bassissimo indice glicemico) o lo sciroppo di Agave.

La gelateria Geko fa parte dei circuiti MondoGelato, Fidelity Card digitale e Gelato dell’artigiano. Oltre che, ovviamente, di AppGelato.

I premi e vinti e i riconoscimenti si sprecano: vince il Gelato Festival Milano (2013) con il gusto “Delizia di Sicilia” (crema di ricotta di pecora siciliana con granella di pistacchi, nocciole e scaglie di fondente); è stato votato come miglior gelato da Gustoblog a Roma; diversi gli articoli dedicati sui giornali, da quelli locali a La Repubblica Milano. Non solo, avvia l’apertura di Zelatto (2014) la prima gelateria italiana a Cuba; collabora con l’azienda Bravo; partecipa a diverse fiere e corsi in Italia e all’estero (Birmania, Cambogia, Cina, Singapore, Indonesia) ed è assistente di Angelo Grasso in Sicilia e Basilicata.

A testimonianza che seguire un percorso sano, fare una scelta precisa, all’epoca molto più coraggiosa di oggi, come quella di usare solo determinati prodotti per dar vita a gelati naturali e vegani, nel tempo ripaga sempre.

Ma non è ancora finita qui, perché “Geko significa buono, sano, naturale ma anche ricerca continua per non smettere di migliorarsi mai".

http://www.appgelato.it/gelaterie/gelateria_geko_19845
News pubblicata il 08/08/2017
Handmade with love
Cosmobile.net Sviluppo e gestione dati Iprov.com Grafica, design e comunicazione